Un nuovo Notiziario A

Un nuovo Notiziario A

Un nuovo Notiziario A

È stata ricevuta la proposta dall’ultima riunione del Consiglio Direttivo AIPAI di rendere più moderno (quest’anno compie 40 anni) il nostro storico NOTIZIARIO A che attualmente viene distribuito alla platea dei suoi lettori per posta normale, col suggerimento di utilizzare, d’ora in poi, mezzi più attuali di distribuzione; si è pensato al formato elettronico e quindi di fatto ne è cambiata l’impostazione.

Per il triennio 2014-2017 il Notiziario A verrà prodotto in via sperimentale in tale formato con cadenza trimestrale (o quadrimestrale) e verrà spedito al recapito dei lettori con percorso elettronico, cercando di mantenere il buon livello di contenuti che è stato raggiunto nei ben 86 numeri finora pubblicati, l’ultimo dei quali avete recentemente ricevuto per posta dopo l’Assemblea Generale.

L’interesse del nuovo C.D.R. è inoltre quello di ottenere una maggiore partecipazione dei singoli Soci che verranno d’ora in poi sollecitati dai rispettivi delegati regionali ad una collaborazione utile e fattiva.

Il nuovo notiziario dovrà rispecchiare il più possibile gli interessi e le richieste di chiarimento di tutti i Soci, in particolare di quelli che si riterranno disponibili a partecipare le proprie conoscenze o le proprie esperienze ai colleghi, cercando di superare quel singolarismo e quel timore di esporsi che, per molti di noi, fa parte ancora di una forma di gelosia professionale.

Ritengo che il nuovo mezzo di distribuzione dato dal formato elettronico sarà certamente interessante per tutti coloro che sono abituati alla rapidità dei rapporti tra noi periti.

Una volta questi rapporti erano alla base di tutto il corpo peritale e  furono esca, oltre che di amicizie, anche di uniformità e di utili convergenze nella nostra attività professionale.

Attualmente la spersonalizzazione della posta elettronica ha determinato tra i professionisti in generale, rapporti meno diretti e personali che non dovrebbero mancare; … ma si può pretendere che il progresso non segua il suo iter evolutivo?

Al Direttore Responsabile, affiancato come è sempre stato dal Segretario al quale attualmente è  stato dato incarico dal nuovo Consiglio Direttivo di Responsabile di Redazione, il compito di introdurre un concetto nuovo di pubblicazione settoriale: quello di una informazione rapida e snella su argomenti tecnici e/o specifici così come, sia la tecnologia che la evoluzione professionale continuano a proporre in maniera galoppante.

Questo tipo di informazione verrà poi ripresa, con maggiori dettagli e con migliori apporti da parte dei Soci che desidereranno partecipare come redattori, sviluppando i singoli argomenti trattati nei tre anni che avranno preceduto il prossimo futuro numero del tradizionale NOTIZIARIO A.

In tal modo gli autori che avranno proposto in modo sintetico gli argomenti di maggior successo sul notiziario in  formato elettronico, avranno anche  la possibilità di esporre un più ampio, dettagliato e documentato articolo con apporti personali utili a rendere sempre più attuale l’argomento già introdotto sinteticamente e ricevuto dai colleghi in formato elettronico.

In sintesi: più Notiziari distribuiti “on line” e poi, al termine del ciclo di tre anni, quello stampato come da tradizione che riceverete per posta; che ve ne pare?

Ernesto Rovatti